In minori quantit, ma presenti: frassini meridionali, aceri, pioppi neri, salici, carpinelle, agrifogli, fusarie, lecci, perastri, sambuchi. Nel sottobosco abbondano: il biancospino, la rosa selvatica comune, il citiso trifloro, lo sparzio spinoso. I boschi di faggio risultano tra i migliori della Sicilia per et e struttura. La fauna che si trova nella riserva un campione di quella siciliana. Tra i mammiferi si osservano: il gatto selvatico, la volpe, il coniglio selvatico, l'istrice, il riccio europeo, il topo ragno, il ghiro, il quercino, la martora, la donnola, il cinghiale. Sono numerosissimi anche gli uccelli, tra cui molti rapaci diurni e notturni nidificanti: la poiana, lo sparviero, il gheppio, il pellegrino, il lodolaio, il barbagianni, la civetta, l'allocco, il gufo comune, il corvo imperiale. La riserva zona di caccia anche dell'aquila reale, sebbene non nidificante. Sono diffusi anche i rettili, gli anfibi, gli insetti. Nelle limpide acque del torrente Licopeti nuotano le trote. Al di l della bellezza intrinseca della Riserva, si vogliono infine ricordare determinati splendidi paesaggi, ammirabili da alcuni punti di essa. Stiamo parlando dei panorami suggestivi sull'Etna, sulla valle dell'Alcantara, e sulle cime pi alte dei Peloritani.
Nella Riserva Naturale Bosco di Malabotta ospitalit in: hotel, agriturismo, bed&breakfast, camping, casa vacanze, affittacamere, residence, villaggi turistici e case per ferie.